• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

GRANOLA -ricetta-

granola

GRANOLA -ricetta-

Croccante, gustosa e nutriente può essere consumata da sola oppure nel latte o nello yogurt … è una vera goduria.

La consiglio a molti dei miei pazienti perché è ottima per la prima colazione e per rompere il digiuno notturno, infatti ha una composizione bassa in carboidrati semplici ma ricca di grassi buoni.

Armati di ciotole e cucchiai che iniziamo 🙂

INGREDIENTI

  • 100 g di avena
  • 25 g di semi di girasole
  • 25 g di semi di zucca
  • 30 g di semi di sesamo
  • 25 g di nocciole
  • 25 g di mandorle
  • 20 g di uvetta
  • 20 g di mirtilli rossi disidratati
  • 20 gr di bacche di goji
  • 60 ml di acqua
  • 30 g di miele
  • 20 g di olio di semi (ad esempio di soia)
  • 10 g di zucchero di canna integrale
  • 1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO

Accendi il forno a 160 °C.

In una terrina capiente mescola l’avena con semi, nocciole, mandorle, sale e zucchero; conservate a parte l’uvetta, i mirtilli disidratati e la bacche di gogi.

Metti sul fuoco l’acqua, il miele e l’olio e fai sobbollire finché il composto sarà ben amalgamato e molto caldo.

Versa il composto di miele olio ed acqua sul il mix di avena e semi, e mescola bene con l’aiuto di un cucchiaio di legno fino a distribuire uniformemente il composto.

La granola è pronta per essere cotta!  Versala  sulla placca del forno foderata di carta da forno formando uno strato piuttosto sottile e inforna per circa 20 minuti mescolando di tanto in tanto in modo che si secchi uniformemente, quindi unisci l’uvetta, i mirtilli rossi e le bacche di gogi e inforna nuovamente per altri 20 minuti mescolando di tanto in tanto in modo che si secchi uniformemente.

Credimi la mattina ti alzerai con un unico pensiero: GRANOLAAAA.

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.