• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

Zucca!

Zucca!

Finalmente l’autunno è arrivato con tutti i suoi magnifici colori e i suoi frutti. Tra tutti la zucca è forse proprio l’emblema dell’autunno anche perché è il simbolo della festa di Halloween.

Se anche tu stai pensando di preparare qualche zucca decorativa per questa festa, dovresti iniziare a pensare anche come utilizzare l’interno della zucca ….

Per questo motivo oggi ho deciso di parlare sopratutto delle sue proprietà.

La zucca è una ortaggio veramente straordinario, oggi vi parlo della polpa, e nei giorni successivi vi parlerò anche dei suoi prodigiosi semi.

Proprietà:

  • ricca di vitamine,
    • in particolare è una vera e propria fonte di vitamina A,  200gr di zucca cotta contengono circa il 200% della razione giornaliera consigliata di questa vitamina, che protegge la vista, rafforza il sistema immunitario, e rende le ossa più forti
    • è una riserva di vitamina C, importante per il sistema immunitario e per la salute dei tessuti.
    • è ricca anche di vitamina E, che aiuta a combattere i radicali liberi e aiuta a mantenere una pelle bella e sana (niente male no?)
  • contiene sali minerali
    • ferro che nella zucca è più facilmente assorbibile(biodisponibile) grazie alla presenza della vitamina C.
    • potassio
    • magnesio
    • rame

Inoltre è anche ricca di fibre, ha un basso indice glicemico ed è povera in calorie.

Insomma è veramente un ortaggio fantastico, io lo consumo molto spesso come vellutata o per fare un buonissimo risotto, ma è ottima anche per preparare centrifugati di verdure, hamburger vegetali, oppure si può semplicemente consumarla grigliata (a me onestamente piace in tutti i modi) .

A voi come piace mangiarla ???

vi lascio un link utile per scegliere la zucca prima di comprarla 🙂

COME SCEGLIERE LA ZUCCA

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio