• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

CORRETTO STILE DI VITA PER I BAMBINI

alimentazione bambini

CORRETTO STILE DI VITA PER I BAMBINI

L’aumento di peso che si è osservato negli ultimi decenni non ha interessato solo gli adulti ma anche i bambini.

Ricorrere ad una perdita di peso e ad un miglioramento dello stile di vita, se per gli adulti è importante, per i bambini è fondamentale per poter abbattere i rischi di patologie croniche legate all’eccesso di peso.

Per quanto riguarda i bambini, però, risulta maggiormente efficace una modifica dello stile di vita, che coinvolga tutta la famiglia, piuttosto che far seguire al bambino una dieta restrittiva che maggiormente lo condurrà ad atteggiamenti compensatori come abbuffate compulsive.

Per rendere più piacevole e semplice possibile questo percorso ecco alcune semplici regole per il bambino e la sua famiglia per vivere meglio e in modo più salutare:

 

  • Il piatto deve essere preparato in cucina e non a tavola. In questo modo se la porzione è insufficiente se ne può prendere ancora, ma non si incorre nel pericolo di avere il piatto pieno che induce all’iperconsumo.
  • Le porzioni nel piatto, per pranzo e cena, dovrebbero essere circa: mezzo piatto di verdure, un quarto di cereali(riso, pasta, patate o altri cereali), un quarto di proteine (pesce legumi o carne)
  • I fast food possono essere concessi non più di una volta al mese.
  • Evitare di mangiare dolci, concederli solo una volta a settimana.
  • Scegliere il giusto tipo di merenda:
    • NO a merendine, patatine, e snack confezionati. TROPPO RICCHI DI ZUCCHERI E GRASSI.
    • SI a yogurt magro, una manciata di frutta secca, salatini, una spremuta d’arancia, un frutto o un dolce fatto in casa come una crostata con frutta fresca.
  • Limitare o possibilmente evitare succhi di frutta e bibite gasate e zuccherate, non più di mezzo litro a settimana.
  • Mantenere uno stile di vita attivo ad esempio cercare di camminare o pedalare per raggiungere scuola o palestra.
  • Scegliere insieme al bambino un’attività fisica che sia piacevole per lui/lei.
  • Dopo la scuola praticare attività fisica, come giocare camminare o portare a spasso il cane.
  • Il tempo davanti allo schermo /televisione /computer o tablet dovrebbe essere limitato a due ore al giorno.
  • Andare a dormire presto e ad orari fissi, il sonno e gli schermi luminosi, come quello del pc o della televisione, alterano il sonno aumentando la ricerca di cibo.

 

 

 

 

 

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.