• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

Bulletproof coffee – proprietà

Bulletproof coffee – proprietà

Che cosa è il bulletproof coffee?

Perchè può essere utile per migliorare l’equilibrio ormonale femminile ?

Il bulletproof coffee è stato originariamente creato dall’imprenditore Dave Asprey, si tratta di un caffè amaro con l’aggiunta di  olio di cocco o qualche altro tipo di olio a contenente trigliceridi a catena media (mct) e burro o burro chiarificato.

Perché usarlo?

1. pur intoducendo calorie non aumenta i livelli di zucchero nel sangue non favorisce quindi picchi di insulina , può quindi essere utile se si soffre di insulino resistenza

2. È utilissimo nel digiuno intermittente, perché può essere consumato nella finestra di digiuno e aiuta ad aumentare la compliance, io lo suggerisco quendo non si ha l’abitudine a fare colazione e può giovare un incremento di grassi nella dieta (amenorrea)

3. Ti dà una grande spinta di energia (soprattutto mentale)

4. aiuta a sentirsi sazi più a lungo, utile in chi ha necessità di perdere peso per riequilibrare i propri ormoni.

5. può essere inserito in una dieta chetogenica perché favorisce l’entrata in chetosi soprattutto in soggetti cheosi resistenti o comunque nei primi giorni di dieta.

Come preparare il bulletproof coffee? (o meglio come lo preparo io)

Caffe amaro, o quello della moka ma con una piccola aggiunta di acqua calda o direttamente quello americano in cui inserisco un cucchiaino di olio di cocco (ricco di mct)  e uno di burro chiarificato, infine frullo tutto con un montalatte.

In estate aggiungo anche un paio di cubetti di ghiaccio …

Come funziona il caffè bulletproof?

Oli e grassi possono essere costituiti da catene lunghe, medie o corte di carbonio nella maggior parte dei casi vi è  una miscela di tutte e tre.

Gli acidi grassi a catena lunga contengono tra 13-21 catene di carbonio, la catena media (o mct) tra 6-12 e la catena corta (o scfa) ne contengono 6 o meno.

La differenza tra loro sta nel modo in cui il tuo corpo li elabora.

Gli  Mct e scfa, sono caratterizzati dal fatto che forniscono energia immediata perché possono attraversare facilmente  la doppia membrana mitocondriale ed essere usati come fonte di energia.

Questo processo stimola anche la produzione di chetoni, per questo sono consigliati all’inizio di una dieta chetogenica, perchè dando energia immediata, insegnano all’organismo com utilizzare i grassi come fonde di energia, favorendo inoltre una grande lucidità mentale.

Inoltre il burro è ricco di butirrato, che è un acido grasso a catena corta che rappresenta un vero e proprio nutriente per le cellule della barriera intestinale (eritrociti).

Inoltre, se il burro è di buona qualità – di vacche allevate ad erba- rappresenta anche un prezioso veicolo di vitamine liposolubili.

Non ti resta che provarlo !

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio