• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

CIBI DA EVITARE DURANTE L’ALLATTAMENTO

allattamento

CIBI DA EVITARE DURANTE L’ALLATTAMENTO

L’allattamento al seno è sempre da preferirsi rispetto a quello in formula per vari motivi:

  • questo tipo di latte è stato creato su misura per il tuo bambino, quello in formula è solo un emulazione del latte materno (con relativi limiti)
  • nel latte materno sono presenti naturalmente e nelle giuste proporzioni i macro e micro nutrienti essenziali per la corretta crescita del bambino,
  • il latte materno modifica la formulazione nel tempo per poter garantire durante la crescita la giusta concentrazione di nutrienti
  • il momento dell’allattamento, oltre a creare un legame tra madre e figlio, fornisce al bambino un primo sistema immunitario.
  • il contatto diretto della bocca del bambino con la pelle della mamma,  permette la contaminazione batterica dell’intestino, con relativa costituzione del primo microbioma del bambino, probabilmente sembra essere questo il motivo per il quale i bambini che hanno avuto allattamento al seno sono maggiormente protetti da varie patologie o disturbi gastrointestinali e non solo.

Sui motivi, l’importanza e la corretta dieta dell’allattamento scriverò un altro articolo, per il momento vi riporto quali sono i cibi da evitare durante l’allattamento al seno.

Caffè

Il principio attivo del caffè è la caffeina una sostanza nervina che agisce al livello nervoso, cardiovascolare ed endocrino. Il suo effetto principale, a livello del sistema nervoso, è l’eccitabilità, per questo motivo ci aiuta a tenerci svegli e concentrati. Il corpo del bambino non è pronto a metabolizzarlo cosi facilmente e velocemente come quello dell’adulto e questo potrebbe portare ad un alterato ciclo del sonno del bambino … e quindi anche del tuo.

Pesci di grossa taglia

I pesci di grossa taglia possono essere particolarmente ricchi di mercurio, metallo pesante e tossico, con azione a livello cerebrale,  che potrebbe riversarsi nella frazione lipidica del latte materno.Per questo motivo si consiglia di consumare maggiormente pesci azzurri di piccola taglia (per tutti ma soprattutto per i bambini), infatti questi tipi di pesci presentano basse o nulle concentrazione di metalli pesanti oltre a contenere un buon quantitativo di acidi grassi omega 3 che in questa fase sono fondamentali per il corretto sviluppo cerebrale del bambino.

Cioccolato

Questo alimento non è da eliminare completamente ma bisogna osservare l’effetto che ha sul bambino. Infatti la cioccolata può avere un effetto lassativo sul bambino, per questo è importante osseravere le feci del bambino dopo una poppata successiva al consumo di cioccolata. Nel caso in cui le feci del bimbo dovessero essere molli o liquide, dovresti evitare o abolire i consumo di questo alimento. SORRY.

Latticini

Il consumo dei latticini, in particolar modo quelli fermentati, potrebbe essere legato (in alcuni casi) a eczema o altre patologie della pelle, una dieta di eliminazione, la parte della mamma, di alemno 3 settimana può aiutare a capire se l’origine del problemi cutanei del figlio possono essere dovuti a questo tipo di prodotti.

Alcool

Sebbene sia inutile spiegarlo, lo faccio lo stesso. L’alcool è una sostanza tossica che ha effetti deleteri sul cervello (di tutti, non solo dei bambini) se l’alcool è presente nel tuo sangue sarà presenta anche nel latte che berrà il tuo bambino, e lui non ha la capacità di metabolizzarlo, e ridurre al minimo gli effetti dannosi di questa sostanza  e questo potrebbe indurre danni soprattutto al cervello

Arachidi

L’allergia agli arachidi è l’allargia maggiormente diffusa al mondo, per questo motivo a scopo precauzionale su consiglia di non utilizzarlo durante l’allattamento soprattutto se in famiglia ci sono staorie pregresse di allergia agli arachidi, in caso contrario si consiglia l’assunzione da parte della madre e successiva osservazione del bambino, se dovessero seguire eventi di alterata respirazione o rash cutanei, contattare un allergologo e sospendere immediatamente il consumo di arachidi perche potrebbe trattarsi di un allergia.

Aglio

Il motivo qui è davvero semplice, al vostro bambino potrebbe non piacere questo sapore ed odore forte del latte dato dall’aglio e quindi potrebbe diminuire le poppate. Insomma un pò come non piace baciare qualcuno che ha appena mangiato l’aglio 🙂 .

Spero che questo articolo possa esserti utile, per qualunque dubbio non esitare a contattarmi 🙂

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.