• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

CIOCCOLATO!

Cioccolato

CIOCCOLATO!

Cioccolato più che semplicemente buono!

Che sia buono,  che piace praticamente a tutti,  che sia praticamente la coccola alimentare maggiormente diffusa  … questo si sa e non c’è bisogno di andare a leggere articoli scientifici che ci debbano confermare tutto questo.

Invece capire perché faccia bene e quali sono in particolare modo i suoi effetti positivi sul nostro organismo è tutta un’altra storia.

Innanzitutto quando parliamo di cioccolato possiamo parlare di vari tipo di cioccolato.

O Meglio:

Cioccolato amaro o extra-amaro ha una percentuale di cacao che va dal 85% al 95%.

Cioccolato extra-fondente ha una percentuale di cacao maggiore di 70%.

Cioccolato fondente ha una percentuale di cacao che va dal 55% al 70%.

Non parlerò del cioccolato al latte e del cioccolato bianco, né tanto meno parlerò del cioccolato fondente con una percentuale di cacao inferiore al 70 %, infatti questi tipi di cioccolato non hanno le stesse proprietà del cioccolato fondente, extra- fondente e amaro, perché la ridotta concentrazione di cacao e quindi una aumentata concentrazione di sostanze come latte e zuccheri va a ridurre o alterare le proprietà benefiche del cacao stesso.

COMPOSIZIONE

Il cioccolato è costituito da

–Acqua per un 5-7%;
– Lipidi per un 45-53% ;
– Proteine per un 10-15% ;
– Amido e carboidrati per un 2-4%
– Tannino per circa il 6%;
– Gomme per un 2-3%;
– Polifenoli – antiossidanti (come catechine, antocianine, proantocianine)
– Acidi organici;
– Vitamine (A, B1, B2, B6, biotina, acido folico, nicotinammide);
– Minerali (soprattutto sodio, potassio, magnesio, ferro, cloro, fluoro, iodio, cromo, nichel, zinco);
– Sostanze nervine: teobromina e in minima parte caffeina.

Proprietà

  • Aiuta a ridurre il colesterolo, grazie alla presenza dei grassi polinsaturi contenuti all’interno del cioccolato che hanno questo effetto benefico,
  • aiuta a proteggerci dall’effetto dannoso dei radicali liberi, questo grazie all’elevata concentrazione di antiossidanti e  al loro effetto benefico,
  • i minerali contenuti nel cioccolato sono ferro, rame, magnesio, e potassio. Questi minerali  hanno effetto preventivo in patologie come diabete di tipo 2, ipertensione e anemia sideropenica.
  • le sostanze nervine contenute nel cioccolato sono caffeina, contenuta in piccolissime quantità e teobromina che ridice la pressione arteriosa e aumenta l’attività lipolitica delle cellule, cioè aiuta a consumare i grassi e quindi facilità il dimagrimento ….. attenzione questo non significa che più se ne mangia e prima si dimagrisce ma che se si inserisce cioccolato (massimo 20-30 gr al giorno) all’interno di una dieta sana ed equilibrata questo può aiutarci a raggiungere meglio il nostro obiettivo.
  • regola la pressione sanguina, grazie alla presenza di elevate quantità di flavonoidi in particolare catechine ed epicatechine.
  • previene l’insulino-resistenza, migliora il profilo lipidico e diminuisce lo stato infiammatorio che deriva all’aumento della resistenza insulinica. Questo è dovuto al basso indice glicemico di questo alimento associato alla qualità dei grassi che troviamo all’interno e all’elevata quantità di antiossidanti.
  • migliora l’umore, il cioccolato è caratterizzato da elevate quantità di triptofano, precursore fondamentale dell’ormone serotonina, detto anche ormone della felicità, intatti ha effetto importante su umore, sonno , sessualità e appetito.

… e adesso ?? qual è la scusa che userai per mangiare cioccolato ?

N.B. come già ho scritto prima queste caratteristiche sono valide solo fino ad un quantitativo di cioccolato di 20-30 gr al giorno, inserito all’interno di una dieta sana ed equilibrata.

NON FARE IL FURBO !!!! 🙂

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.