Home / Articoli /

Come organizzare il frigo

frigo

Come organizzare il frigo

C’è un modo per organizzare il frigo che permetta di conservare al meglio gli alimenti, diminuire le contaminazioni ed evirare che ci si accorga di quel vasetto di yogurt infondo al ripiano solo 3 giorni dopo la scadenza?

Si c’è un modo … bisogna organizzare il frigorifero!

come-organizzare-il-frigoriferoInnanzitutto bisogna tener presente che all’interno del frigo la temperatura e l’umidità non è uguale, questo è un ottimo punto di partenza per poter dare ad ogni cibo la sua temperatura ideale di conservazione.

In particolare la temperatura diminuisce dell’alto verso il basso, ma nella parte più inferiore, dove sono presenti i cassetti, la temperatura aumenta (per l’umidità ) di almeno un paio di gradi rispetto all’ultimo ripiano. Infine il lato della porta rappresenta quello qui caldo e maggiormente esposto ai cambi di temperatura.

Detto questo diamo ad ogni alimento la sua giusta temperatura e quindi ripiano …

Sportello

Qui possono essere riposte acqua, vino, bibite, sotto-aceti, marmellate e salse perchè sono tutti alimenti che non temono i cambi di temperatura. Infatti questo è il punto del figorifero maggiormente soggetto a sbalzi di temperatura data l’apertura e chiusura.

NB le uova fresche e il latte fresco non dovrebbero essere tenuti qui perché temono gli sbalzi di temperatura.

Piano superiore

Tra tutti i piani è quello con la temperatura più alta (l’aria calda tende a salire)  quindi possiamo riporre alimenti come latte,  uova e  avanzi di cibo debitamente coperti in modo da evitare le contaminazioni.

Piano intermedio

Qui abbiamo una temperatura leggermente più bassa rispetto al piano superiore, a questa temperatura possiamo conservare alimenti come latticini freschi, formaggi stagionati e salumi.

Piano inferiore

Questo è il piano più freddo perché in corrispondenza del motore, qui possiamo mettere alimenti facilmente deperibili come carne e pesce crudi. N.B. è consigliabile sempre coprire questi alimenti perché potrebbero contaminare gli alimenti cotti o che possono essere consumati tal quali. Infatti gli alimenti crudi sono quelli che presentano maggiori contaminazioni batteriche, che vengono eliminate con la cottura, ma che potrebbero intanto, all’interno del frigorifero, contaminare alimenti che per essere consumati non devono raggiungere temperature di sicurezza.

Vaschetta/Cassetto nell’ultimo ripiano

questo è il punto de frigorifero a temperatura più alta e con maggiore grado di umidità, consizioni perfette per conservare frutta e verdura.

Un consiglio, se comprate frutta e verdura al supermercato, non appena arrivate a casa togliete gli alimenti dagli imballaggi di plastica o polistirolo e sostituiteli con buste di carte (in caso di frutta e verdura ) o in contenitori di ceramica o vetro.

Questo perchè plastica e polistirolo sono materiali che presentano sostanze nocive per il nostro organismo tra cui gli “interferenti endocrini”, cioè sostanze che alterano l’equilibro ormonale all’interno del nostro organismo, soprattutto a carico degli ormoni sessuali, inficiando la fertilità e alterando la regolarità del ciclo mestruale nelle donne e un’alterazione del testosterone circolante negli uomini, ma di questo vi parlerò in modo più approfondito in un prossimo articolo.

Segreti

per pulire? Utilizza l’aceto di mele, è un disinfettante antibatterico ed elimina gli odori ma soprattutto nel caso in cui dovesse lasciare residui che possono venire a contatto con i cibi non è tossico a differenza dei detersivi.

per deodorare? Metti un bicchierino da caffè con del bicarbonato di sodio all’interno del frigo, agirà come cattura odori.

frigorifero

se nel tuo frigo hai solo alimenti sani, mangerai solo alimenti sani 😉

Share this article

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *