Il Pompelmo Rosa gnocchi di zucca | Il Pompelmo Rosa
Home / Pranzo/Cena /

gnocchi di zucca

gnocchi di zucca

gnocchi di zucca

Chi mi segue si gli altri social sa che i giorni scorsi ho preparato dei buonissimi gnocchi di zucca, ed ora vi propongo la ricetta.

Ho avuto difficoltà a capire quale tipo di zucca fosse necessaria, e questo sicuramente è il punto più importante, deve essere una zucca farinosa ed asciutta, la migliore è sicuramente la mantovana, quella piccolina verde fuori e arancione dentro! La scelta della zucca è cruciale per la riuscita del piatto, quindi bisogna farci grande attenzione !

Ingredienti

  • 500gr di zucca
  • 100 gr di farina di grano saraceno (si può usare anche quella 00 ma io ho preferito questa perche con una maggiore percentuale di fibre e a più basso indice glicemico)
  • un uovo

Preparazione

Pulire la zucca dai semi e dai filamenti interni e tagliarla a fettine sottili, mettere la fette di zucca su una leccarda coperta da carta forno ed infornare in forno pre riscaldato a 200° per circa 30 min, per capire se la zucca sia pronta o meno bisogna assicurarsi che sia diventata morbidissima.

Quando la zucca sarà pronta tirarla via dal forno e lasciarla intiepidire.

A questo punto eliminare la buccia esterna e mettere il purè di zucca all’interno di una ciotola capiente, aggiungere la farina con l’uovo e mescolare bene, aggiungere anche il sale e, io consiglio, anche un pizzico di noce moscata e pepe.

Dividere l’impasto ottenuto e porlo su un tavolo da lavoro, formare dei cordoncini con l’impasto infine tagliarli  a piccoli pezzi (circa un centimetro e mezzo), a questo punto con l’aiuto di una forchetta o di un tagliere riga gnocchi, dategli la tipica forma rigata.

Intanto mettere a bollire l’acque,  quando i nostri gnocchi saranno pronti tuffarli nell’acqua, dopo pochi minuti saliranno a galla e saranno pronti per essere conditi.

Per il condimento possiamo usare un classico burro (chiarificato) e salvia oppure per un gusto alternativo un burro di 100% noci.

 

Share this article

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *