Home / Pranzo/Cena /

Insalata di arance

insalata di arance

Insalata di arance

L’insalata di arance, un piatto tipicamente siciliano.

E’ un ottimo modo per consumere le arance, in modo diverso inserendole in un piatto salato.

Esistono varie versioni di questa ricetta, tutte buonissime e quasi tutte dietetiche.

Di solito per la preparazione di questo piatto vengono utilizzare le arance rosse, ma vanno benissimo anche tutte le altre qualità di arance aspre, sono invece poco consigliate le arance dolci (tipo vaniglia).

Io la preparo utilizzando le arance del mio giardino, sono aspre e sempre fresche, aggiungo anche i finocchi e cipolla rossa di Tropea, che sono alimenti particolarmente importanti per contrastare la ritenzione idrica e aumentano il senso di sazietà grazie all’elevata presenta di fibre, inoltre la cipolla rossa è caratterizzata da un’elevata quantità di antiossidanti, aggiungo anche pinoli, mandorle e semi di sesamo, che danno croccantezza al piatto e apportano acidi grassi essenziali, sali minerali e minerali; e per finire salo con i capperi e aggiungo le olive nere di gaeta, l’associo spesso ad un secondo di pesce ma è ottima anche come antipasto.

Ingredienti

4 arance sbucciate e tagliate a fettine sottili,

2 finocchi grandi puliti e tagliati a fettine sottilissime (vi coniglio l’utilizzo di una mandolina)

una cipolla rossa di Tropea tagliata a fettine sottili (anche qui vi coniglio l’utilizzo di una mandolina)

10 olive di gaeta disossate

un cucchiaio e mezzo di capperi sotto sale sciacquati abbondantemente

 pinoli e semi di sesamo tostati

Preparazione

Porre tutti gli ingredienti un una insalatiera e aggiungere un 2 cucchiai di olio evo, mescolare e servire, io adoro gustarla con il tonno, sia in scatola che fresco alla griglia, oppure con il baccalà all’insalata, la potete assaggiare anche con tofu alla piastra  ….

Fatemi sapere se vi è piaciuta e in che modo avete pensato di provarlo.

P.S. In questo periodo potete aggiungere anche dei grano di melograno che danno un tocco di rosso al piatto rendendolo decisamente natalizio.

Share this article

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *