• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

I segreti per combattere le cattive abitudini alimentari

Alberto-Sordi

I segreti per combattere le cattive abitudini alimentari

 

Oggigiorno tutti conoscono l’importanza dell’alimentazione nel mantenimento di un buono stato di salute e di una perfetta forma fisica, proprio per questo la maggior parte di noi dedica tempo ed attenzione alla scelta e alla preparazione dei pasti, però…. (c’è sempre un però) tutti abbiamo dei vizi. Proviamo a scoprire in quali di queste categorie possiamo immedesimarci e quali sono le strategie che possiamo adottare per poter porre rimedio, o semplicemente non creare troppo danno.

 

DIVORATORE

Se siete seduti ad un tavolo con altri commensali, siete i primi a finire il pasto?

Probabilmente le modalità con le quali vi approcciate al cibo sono, come dire, un po’ troppo aggressive?

Mangiare velocemente non vi dà il tempo né di assaporare il cibo né tanto meno di avere consapevolezza di quello che si è mangiato e si finisce per mangiare ovviamente di più.

Come rimediare ?

Prima di iniziare a mangiare guardate il cibo, prendetene consapevolezza, e fate un bel respiro profondo. Fate questo esercizio indipendentemente dal fatto che state per mangiare un semplice panino o avete una cena luculliana da 5 portate. Abbiate consapevolezza, assaporate il cibo e soprattutto masticate a lungo. Masticare dalle 10 alle 15 volte un boccone non solo faciliterà la vostra digestione ma vi permetterà di porre una maggiore attenzione a quello che si mangia e migliorerà la vostra percezione del senso di sazietà.

Cenate in grande stile, anche se state preparando solo per voi, cercate di rendere l’esperienza più piacevole possibile, apparecchiate la tavola avendo attenzione per i dettagli, ricercate un piatto particolare nel quale porre la vostra cena e un bel bicchiere; create un ambiente confortevole che vi aiuterà a rilassarvi e a godere appieno di questo momento.

ZUCCHERO DIPENDENTE:

Hai sempre voglia di qualcosa di dolce? Se esci fuori a cena guardi prima il menu dei dessert? Se vai a fare la spesa non riesci a non riempire il tuo carrello con dolci merendine e bibite zuccherate ?

La dipendenza da zucchero è molto potente e per contrastarla ci vuole forza di volontà e consapevolezza e alcuni piccoli trucchi come:

Bere acqua, spesso la disidratazione viene confusa con la ricerca di zuccheri, bere acqua ed idratare il proprio corpo potrebbe essere d’aiuto per contrastare l’irrefrenabile voglia di zucchero, prova a portare sempre con te una bottiglietta d’acqua.

Mangiare i carboidrati complessi meglio se integrali come riso farro orzo e pasta integrale ma anche quinoa ed amaranto. Utilizzando questa tipologia di alimenti sarà più facile riequilibrare i picchi glicemici e di conseguenza la ricerca di zuccheri da parte del nostro organismo sarà più controllabile.

Zucchero ed emozioni a volte la voglia di zucchero nasconde la voglia di qualcosa di dolce nella nostra vita e non nel nostro stomaco, approfittiamo per regalarci una coccola come un the caldo davanti al camino, una passeggiata con il nostro animale domestico o un bel bagno caldo con oli essenziali.

MANGIATORE NOTTURNO

Restate svegli fino a notte fonda per guardare serie tv o per lavorare al pc ? Lo spuntino di mezza notte è oramai diventato un appuntamento fisso?

Forse dovresti riconsiderare un po’ di cose:

  1. Non saltare i pasti durante il giorno, il digiuno porta irrimediabilmente ad approcciarsi al cibo, non appena se ne avrà l’opportunità, con maggiore voracità . Anche se hai una vita frenetica, ritagliati un momento per mangiare e rilassarti.
  2. Mentre stai mangiando, di notte, in piedi davanti al frigo aperto, prendi consapevolezza di ciò che stai mangiando e di te stesso, poniti delle domande come ad esempio: ho veramente fame o mangio per una fame nervosa/emotiva? Se il motivo per cui mangi è una fame emotiva vai al nocciolo del problema e prova a risolverlo, o comunque prendi coscienza del fatto che mangiare quel pezzo di formaggio o di torta non ti aiuterà a risolvere nessun problema.
  3. Dai importanza alla tua cena e inserisci dei carboidrati come patate, riso integrale, orzo, quinoa e cosi via, questi alimenti ti aiutano a prendere sonno e a mantenerlo. Non bere alcolici, che aiutano solo nella prima fase del sonno, ma non aiutano a mantenerlo, quindi potrebbe portare ad un risveglio precoce e ad una ricerca di cibo.

DIETOLOGISTA

Sei sempre informato sull’ultima dieta di Hollywood? Hai già vissuto la tua fase Ducan, Detox, crudista, passando per la dieta dell’acqua, quella del minestrone senza mai riuscire a trovare un tuo reale equilibro alimentare? Forse è il caso di iniziare a seguire una dieta bilanciata, che non escluda niente, e che ti permetta degli sgarri ! La regola che consiglio è semplice 80-20, in sostanza l’80% dei tuoi pasti sei a dieta e segui una corretta alimentazione mentre nel 20 % ti concedi quello di cui hai voglia e che ti piace, senza pensare a calorie, tossine e lasciando da parte i sensi di colpa. Questa tipologia di alimentazione sarà più semplice da seguire nel tempo e sicuramente potrà darti maggiori soddisfazioni.

Articolo scritto per VicoTime 

Dr. Rosa Bifulco

Biologa nutrizionista, iscritta all’albo dei biologi dal 2014. Ricercatrice Eco Food Fertility,membro S.I.R.U. (Società Italiana Riproduzione Umana). Laureata in Scienze dell’Alimentazione e della Nutrizione Umana presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma nel luglio del 2013, con tesi sperimentale sul morbo di Crohn in pazienti pediatrici presso l’ospedale di Santa Maria di Lisbona in Portogallo.

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.