• (+39) 3381732109
  • rosa@ilpompelmorosa.it

Archivio dei tag nutrition

noci fresche o secche

Noci fresche o secche?

Noci fresche o noci secche ? Questo è il dilemma !

Sono entrambe buonissime … ma quali sono migliori per il nostro organismo? In realtà non c’è una sostanziale differenza nutrizionale tra i due tipi di noci, infatti l’unico componente che cambia in modo sostanziale tra le due è il quantitativo di acqua che passa dal 26% nella noce fresca a circa lo 0% nella noce secca.

Questo rende la noce fresca, a parità di peso, meno calorica della corrispettiva secca, 580 kcal contro i 690 kcal per 100 gr di prodotto.

Per il resto dei componenti nutrizionali quindi grassi mono e poli-insaturi (grassi essenziali per il nostro organismo), amminoacidi in particolare, acido glutammico, acido aspartico e arginina, restano praticamente invariati.

Le noci sono comunque da considerarsi degli alimenti funzionali veri e propri, infatti oltre alla presenza dei grassi buoni, sono anche ricche di vitamina A,E,C e P.

Sono considerati i frutti a più elevato contenuto di rame e zinco , ma contengono altri minerali importanti come potassio, calcio, magnesio, ferro e zolfo.

Tutte queste caratteristiche benefiche rendono le noci un alimento essenziale per gli sportivi, per le donne in dolce attesa o in allattamento, per persone che soffrono di iperglicemia, per chi ha voglia di avere una pelle più belle e dei capelli più sani e per tutti quelli che hanno voglia di prendersi cura del proprio corpo e nutrirlo al meglio.

Spuntino perfetto ? 4 noci 🙂

 

basilico

Le proprietà del basilico

Basilico, proprietà  e  non solo…. è probabilmente la pianta aromatica che maggiormente rappresenta il mediterraneo.

Il suo profumo inebriante nasconde anche tantissime proprietà:

  • è particolarmente efficace nei casi di insonnia;
  • rafforza il sistema nervoso, e aiuta ad alleviare gli stati d’ansia e nervosismo;
  • recenti studi hanno evidenziato anche un’efficacia nell’alleviare i dolori derivanti dall’artrite;
  • contiene Vitamine A,B, C ed E:
  • Contiene calcio, sodio manganese, rame, potassio, fosforo, ferro, magnesio e zinco.

Vi posto anche una ricettina tradizionale, un po’ rivisitata del Pesto alla genovese.

ingredienti:
  • 50gr di basilico
  • mezzo bicchiere di olio evo
  • aglio
  • pinoli
  • noci
  • sale qb
preparazione:

Lavare e asciugare la foglie di basilico e porle in un robot da cucina insieme all’olio e il sale e frullarle fino ad ottenere una consistenza cremosa; aggiungere infine l’aglio, le noci e i pinoli.

Il pesto è un ottimo modo per consumere il basilico, infatti essendo crudo mantiene intatte le sue proprietà benefiche e poi è troppo buono :).

 

 

Tuo figlio è ciò che mangi

“Tuo figlio è ciò che mangi” Le immagini parlano chiaro, e sono forti. Studi recenti hanno evidenziato che l’alimentazione e lo stile di vita della mamma influenzano notevolmente la vita e la salute del bambino, soprattutto turante i primi 1000 giorni dalla gestazione ai primi due anni di vita.La campagna è rivolte quindi alle future mamme e  alle neo-mamme.Le foto scelte dall’associazione pediatrica brasiliana stanno a sottolineare come l’alimentazione in gravidanza e durante l’allattamento al seno dei bambini sia importante. Tutto quello che una donna mangia lo trasmette al bebè, attraverso la placenta e il latte.

Risulta quindi fondamentale che una donna che si trova in queste fasi  importanti della vita, dia al proprio piccolo solo il meglio.In particolare

  • -Una sana alimentazione, ricca di frutta e verdura importantissime per fibre e vitamine; di grassi buoni come quelli presenti in olio d’oliva, avocado e frutta secca; di proteine ad alto valore biologico, fondamentali per la crescita del bambino; e di carboidrati complessi limitando  zuccheri e grassi saturi;
  • Uno stile di vita sano senza alcol e fumo, ma con un po’ di attività fisica quotidiana.

Tutto questo più l’amore che una mamma può dare possono aiutare ad assicurare al nuovo arrivato di crescere forte e in salute. L’amore di una mamma si vede anche da questo 🙂

ACQUA

La fonte di benessere

L’acqua è il principale componente del nostro organismo, circa il 70 % del nostro corpo è fatto proprio di acqua. L’acqua all’interno del nostro corpo svolge molti ruoli, estremamente importanti:

  • interviene in quasi tutte le razioni biochimiche;
  • ossigena il sangue,
  • allontana le scorie, tossine e tutti i prodotti di scarto delle reazioni biochimiche,
  • aiuta l’organismo a mantenere il pH fisiologico,
  • aiuta l’organismo a mantenere la temperatura corporea costante,
  • aiuta le mucose a mantenere un’umidità costante, fondamentale ad esplicare correttamente le loro funzioni e molte, molte altre funzioni.

Ci si rende quindi subito conto di quanto sia importante, bere una quantità d’acqua adeguata ogni giorno.Le linee giuda nazionali LARN consigliano:

LATTANTI
Da 6 mesi a un anno: 900 ml al giorno

BAMBINI E ADOLESCENTI
Da 1 a 3 anni: 1.200 ml al giorno
Da 4 a 6 anni: 1.400 ml al giorno
Da 7 a 10 anni: 1.800 ml al giorno
Maschi
Da 11 a 14 anni: 2.000 ml al giorno
Da 15 a 17 anni: 2.500 ml al giorno
Femmine
Da 11 a 14 anni: 1.900 ml al giorno
Da 15 a 17 anni: 2.000 ml al giorno

ADULTI
Maschi
Da 18 anni in poi: 2.500 ml al giorno
Femmine
Da 18 anni in poi: 2.000 ml al giorno

IN GRAVIDANZA
Aggiungi 300 ml al giorno

DURANTE L’ALLATTAMENTO
Aggiungi 700 ml al giorno

fonte: OK SALUTE

 

 

mangiare per ci fa belli

MANGIARE CI FA BELLI

La corretta alimentazione può essere la tua alleata di bellezza, può aiutarti a combattere i segni del tempo, i radicali liberi e gli agenti atmosferici avversi. Potrà aiutarti ad avere una pelle luminosa, giovane e tonica ! Non ci crederai ma è molto più semplice di quanto si possa pensare … basta non far mai mancare nel proprio piatto almeno uno di questi alimenti.

AVOCADO:acidi grassi omega 3 e omega 6 e carotenoidi che rafforzano l’epidermide rendendola resistente ai danni ambientali, causa principale della comparsa delle rughe.

BARBABIETOLE: contengono nutrienti utili a migliorare il flusso sanguinino quindi l’ossigenazione di tutte le parti del corpo, sono inoltre ricche di antiossidanti (in particolare antocianine) che proteggono la pelle e la rendono più luminosa.

CAROTE: ricche di betacarotene, fondamentale nei processi di riparazione della pelle danneggiata.

MIRTILLI: ricchi di antociani, potenti antiossidanti, che neutralizzano i radicali liberi, principali responsabili di rughe e pelle sgranata.

Recenti ricerche confermano che i flavonoidi, di cui i mirtilli sono particolarmente ricchi, sono protettivi nei confronti dei tumori della pelle.

MELE: contengono pectina, una fibra idrosolubile, che regola i livelli di zucchero nel sangue e rinforza il sistema immunitario rendendo la pelle più giovane.

MELOGRANO: contiene antiossidanti, in particolare acido egallico, che oltre a contrastare i radicali liberi promuove la rigenerazione cellulare e inibisce la crescita di cellule tumorali.

PEPERONI: ricchi di vitamina C stimolano la produzione di collagene, rendendo la pelle più elastica e resistente.

POMODORI:ricchi di antiossidanti; in particolare il licopene, che riesce a ridurre i danni causati dall’esposizione al sole.

SPINACI: ma anche tutti le altre verdure a foglia verde, sono ricchi di vitamina E,A, C che sono direttamente interessate nei processi di protezione della pelle contro l’invecchiamentoe gli agenti esterni (Smog,Fumo..) e sono particolarmente efficaci anche contro l’acne.

ZUCCA: ricca di carotene che donaluminosità ed elasticità alla pelle, contiene inoltre anche le vitamine A e C che migliorano la resistenza del reticolo di collagene che sottende l’epidermide.

pesce-azzurro

Riconoscere il pesce fresco

Il pesce è un alimento salutare ricco di proteine nobili sali minerali, vitamine

In particolare la vitamina A, fondamentale soprattutto durante la crescita, le vitamine del gruppo B, che influenzano il metabolismo energetico, vitamina E, essenziale per la salute e la bellezza della pelle e dei tessuti i genere, infine alcune specie, come il salmone, sono anche ricchissime di vitamina D , importante per la salute delle ossa e per il sistema immunitario.

I sali minerali maggiormente presenti nei pesci sono fosforo, calcio, potassio, fluoro, zinco, ferro magnesio e selenio.Ovviamente ogni specie ha caratteristiche proprie, sia organolettiche che nutrizionali, quindi è consigliato variare spesso il tipo di pesce che si consuma, cercando di utilizzare sempre metodi di cottura salutari che non alterino troppo le proprietà nutrizionali.

Il metodo di cottura maggiormente indicato è al vapore, perché lascia le proprietà nutrizionali quasi inalterate, ma possono essere cotti anche al forno, all’acqua pazza o al sale, bisogna invece cercare di limitare cotture alla brace e fritture perché sono metodi di cottura poco salutari e che vanno ad alterare maggiormente le proprietà nutrizionali.

Per valutare se il pesce è fresco, bisogna farsi guidare dai nostri sensi:

Olfatto:

il pesce deve essere in assenza di odori, ad eccezione di un leggero sapore di mare, qualunque altro tipo di odore è indice di putrefazione a carico della flora batterica presente sul pesce, più sarà intensa la “puzza di pesce” più avanzato sarà lo stato di putrefazione.

Vista:

l’occhio del pesce deve essere lucido, prominente verso l’esterno, e trasparente; quindi diffidate dei pesci senza testa.

le branchie devono essere di un colore rosso vivo e umide

le squame, devono essere iridescenti, lucide, e metalliche.

Tatto: 

il pesce deve essere sodo, compatto e le squame devono restare ben attaccate al corpo.

Le linee giuda nutrizionali consigliano di mangiare pesce almeno due volte alla settimana, a patto che sia fresco.

Spero che queste indicazioni possano tornarvi utili.